COOKIE POLICY

Informativa estesa sui Cookies

Titolare del trattamento.

Associazione Giuristi per la Vita, con sede in Roma, via Gennaro Astaritta, 14
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


I diritti di cui all'art. 7 D.lg. n. 196/03.

Ricordiamo che l'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione dell'origine dei dati personali; delle finalità e modalità del trattamento; della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati.

L'interessato ha diritto di ottenere l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; l'attestazione che le operazioni di cui sopra sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta; al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di marketing. Il diritto di opposizione dell'interessato al trattamento dei dati per le finalità di marketing effettuato con modalità automatizzate di contatto si estende a quelle tradizionali, restando salva per l'interessato la possibilità di esercitare tale diritto in tutto o in parte, ossia opponendosi, ad esempio, al solo invio di comunicazioni promozionali effettuato tramite strumenti automatizzati.

Per l'esercizio di questi diritti l'interessato può rivolgersi gratuitamente (salvo che non risulti confermata l'esistenza di dati riferiti all'interessato) scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Informativa sui cookie.

Che cosa sono i cookie

Il cookie è un piccolo file di testo contenente una certa quantità di informazioni scambiato tra un sito internet ed il tuo terminale (solitamente il browser) ed è normalmente utilizzato dal gestore del sito internet per memorizzare le informazioni necessarie a migliorare la navigazione all'interno del sito ovvero per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in rete. Quando si visita di nuovo lo stesso sito o qualunque altro sito il dispositivo dell'utente verifica la presenza di un cookie riconosciuto, in modo da potere leggere le informazioni in esso contenute. I diversi cookie contengono informazioni diverse e sono utilizzati per scopi differenti (navigazione efficiente nelle pagine di un medesimo sito, profilazione al fine di inviare messaggi promozionali mirati, analisi sul numero delle visite al sito).

Nel corso della navigazione l'utente può ricevere sul suo terminale anche cookie inviati da siti o da web server diversi (c.d. terze parti), sui quali possono risiedere alcuni elementi (ad es. immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che l'utente sta visitando.

Più in generale, alcuni cookie (definiti cookie di sessione) sono assegnati al dispositivo dell'utente soltanto per la durata dell'accesso al sito e scadono automaticamente alla chiusura del browser. Altri cookie (definiti persistenti) restano nel dispositivo per un periodo di tempo prolungato.

Le specifiche finalità delle diverse tipologie di cookie installati in questo sito sono di seguito descritte.

Puoi disattivare i cookie seguendo le informazioni di seguito riportate.

Caratteristiche e finalità dei cookie installati dal sito

Cookie tecnici:

Si tratta di cookie utilizzati specificamente per permettere il corretto funzionamento e la fruizione dei nostri siti. I cookie tecnici vengono ad esempio utilizzati per la funzionalità di login dell'utente. Sono erogati principalmente dai server del presente sito web o, nel caso dell'integrazione di servizi esterni come i social network, da terze parti.

Cookie di profilazione:

Si tratta di cookie utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in rete. Possono essere erogati da nostri server oppure tramite il nostro sito da terze parti. Le aziende che offrono o pubblicizzano i propri prodotti tramite questo sito potrebbero assegnare cookie ai terminali degli utenti. Le categorie di cookie utilizzate e il tipo di trattamento di dati personali da parte di queste aziende sono regolati in conformità all'informativa rese da queste aziende.

Per le informative e per disattivare i cookie di profilazione erogati da terze parti vai sul sito:

www.youronlinechoices.com/it

Cookie analitici:

Si tratta di cookie utilizzati per analisi statistiche, per migliorare il sito e semplificarne l'utilizzo oltre che per monitorarne il corretto funzionamento. Questo tipo di cookie raccoglie informazioni in forma anonima sull'attività degli utenti nel sito. Questo tipo di cookie viene erogato esclusivamente da terze parti.

Per le informative e per disattivare i cookie analitici di terze parti vai sul sito:

www.youronlinechoices.com/it

Come prestare o revocare il consenso

Il consenso all'utilizzo dei cookie viene prestato inizialmente cliccando sul tasto "chiudi" posizionato all'interno dell'informativa breve / banner iniziale ovvero scorrendo la pagina su cui compare detto banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera. Il consenso può comunque essere revocato in ogni momento seguendo le istruzioni riportate in questa pagina.

Opzioni circa l'uso dei cookie da parte del sito mediante le impostazione del browser

L'erogazione di tutti i cookie, sia di prime che di terze parti, è disattivabile intervenendo sulle impostazioni del browser in uso; è bene notare però che questo potrebbe rendere inutilizzabili i siti qualora si bloccassero i cookie indispensabili per l'erogazione delle funzionalità. Ogni browser dispone di impostazioni diverse per la disattivazione dei cookie; di seguito proponiamo i collegamenti alle istruzioni per i browser più comuni.


Siti di terze parti.

I siti di terze parti a cui è possibile accedere tramite questo sito web non sono coperti dalla presente informativa. L'associazione Giuristi per la Vita Il declina ogni responsabilità in merito ad essi. Le categorie di cookie utilizzate e il tipo di trattamento di dati personali da parte di queste aziende sono regolati in conformità all'informativa rese da queste aziende.

Definizioni e riferimenti legali

Dati Personali (o Dati)

Costituisce dato personale qualunque informazione relativa a persona fisica, identificata o identificabile, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale.

Dati di Utilizzo

Sono le informazioni raccolti in maniera automatica di questa Applicazione (o dalle applicazioni di parti terze che questa Applicazione utilizza), tra i quali: gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dall’Utente che si connette con questa Applicazione, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier), l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta dal server (buon fine, errore, ecc.) il Paese di provenienza, le caratteristiche del browser e del sistema operativo utilizzati dal visitatore, le varie connotazioni temporali della visita (ad esempio il tempo di permanenza su ciascuna pagina) e i dettagli relativi all’itinerario seguito all’interno dell’Applicazione, con particolare riferimento alla sequenza delle pagine consultate, ai parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’Utente.

Utente

L’individuo che utilizza questa Applicazione, che deve coincidere con l’Interessato o essere da questo autorizzato ed i cui Dati Personali sono oggetto del trattamento.

Interessato

La persona fisica o giuridica cui si riferiscono i Dati Personali.

Responsabile del Trattamento (o Responsabile)

La persona fisica, giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo preposti dal Titolare al trattamento dei Dati Personali, secondo quanto predisposto dalla presente privacy policy.

Titolare del Trattamento (o Titolare)

La persona fisica, giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo cui competono, anche unitamente ad altro titolare, le decisioni in ordine alle finalità, alle modalità del trattamento di dati personali ed agli strumenti utilizzati, ivi compreso il profilo della sicurezza, in relazione al funzionamento e alla fruizione di questa Applicazione. Il Titolare del Trattamento, salvo quanto diversamente specificato, è il proprietario di questa Applicazione.

Questa Applicazione

Lo strumento hardware o software mediante il quale sono raccolti i Dati Personali degli Utenti.

Cookie

Piccola porzione di dati conservata all’interno del dispositivo dell’Utente.


Riferimenti legali

Avviso agli Utenti europei: la presente informativa privacy è redatta in adempimento degli obblighi previsti dall’Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonché a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questa informativa privacy riguarda esclusivamente questa Applicazione.

AUDIZIONE ALLA COMMISSIONE GIUSTIZIA DEL SENTATO SULLE UNIONI GAY: RADIO VATICANA INTERVISTA IL PRESIDENTE DEI GIURISTI PER LA VITA

Prosegue in Commissione Giustizia del Senato la serie di audizioni informali sul disegno di legge Cirinnà riguardante il riconoscimento delle unioni tra persone dello stesso sesso. Nel suo intervento, il presidente dei Giuristi per la Vita, l'avvocato Gianfranco Amato, ha evidenziato che qualunque seria discussione sulla delicata materia non può prescindere dall’articolo 29 della Costituzione. Emanuela Campanile lo ha intervistato per la Radio Vaticana.



ALTRE PETIZIONI ANCORA ATTIVE

 

 

RASSEGNA STAMPA

RASSEGNA STAMPA

(IN FASE DI COSTRUZIONE)

 

31.05.2014 - Avvenire "Norlevo abortivo? Il Tar dice no - I Giudici Respongono il ricorso contro la pillola del giorno dopo" di Francesco Ognibene
30.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: LA REPUBBLICA 2
30.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: LA REPUBBLICA 1
30.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: LIBERO
30.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: IL MATTINO 2
30.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: IL MATTINO 1
30.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: IL GIORNALE 2
30.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: IL GIORNALE 1
30.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: IL FOGLIO
30.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: AVVENIRE 2
30.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: AVVENIRE 1
29.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: DAGOSPIA
29.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: IL GIORNALE
29.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: FATTO QUOTIDIANO
29.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: AVVENIRE
29.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: IL MESSAGGERO 3
29.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: IL MESSAGGERO 2
29.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: IL MESSAGGERO 1
29.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: IL TEMPO

29.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: LA STAMPA
29.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: LA REPUBBLICA 3
29.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: LA REPUBBLICA 2
29.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: LA REPUBBLICA 1
29.04.2014 - La denuncia per la lettura del libro "Sei come sei" agli studenti del liceo classico Giulio Cesare di Roma: CORRIERE DELLA SERA
27.04.2014 - Avvenire - Strategia Lgbt: via libera all'osceno
26.04.2014 - La Stampa - Leggete per favore se avete figli
19.04.2014 - Avvenire -
"Libretti gender, altro choc a Milano"
05.04.2014 - Avvenire - "Gender, la scuola stoppa" Il Miur blocca gli opuscoli Unar. Che si scusa
02.04.2014 - Avvenire - "Ricorso per la delibera Aifa - Pillola del giorno dopo, cinque associazioni al Tar: «È anche abortiva»

20.02.2014 - Avvenire, "Bibbia e Vangelo? A Torino li insegna il «Servizio Lgbt», di Gianfranco Amato;
20.02.2014 - Avvenire, Spot al gender, ma quanto ci costa? Esposto alla Corte dei Conti: sprecato tanto denaro pubblico - Intervista di Lucia Bellaspica a Francesco Mario Agnoli;

16.02.2014 - Il Giornale, "Mi denuncio sono omofobo e pronto ad andare in galera", intervista di Stefano Lorenzetto a Gianfranco Amato;
15.02.2014 - Avvenire, "Il kit pro-gender in classe? Sconfessato il grande bluff", di Lucia Bellaspiga;
11.02.2014 - Avvenire, "I libelli 'educativi' antiomofobi", di Gianfranco Amato;

DONAZIONI

Aiuta i Giuristi per la Vita con una donazione


L'Associazione "Giuristi per la Vita" non riceve aiuti economici da nessuno, ma si autofinanzia.

E' nata nel gennaio 2013 e sta effettuando importanti campagne, a difesa dei principi non negoziabili.

Questa attività comporta delle spese, delle quali sino ad ora si sono fatti carico solo i soci.

Per essere sempre più incisivi abbiamo però bisogno anche del Tuo ausilio.

Ti chiediamo pertanto di contribuire alle nostre battaglie con una donazione, attraverso:

  • PAY PAL ( tasto "Donazione" posto sul margine superiore di questa pagina);
  • un bonifico sul nostro conto corrente, con le sotto indicate coordinante bancarie:
    Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna, filiale di Lugo (RA) - IBAN: IT26 X060 1023 8041 0000 0003 886  - BIC IBSPIT2F

    Conto corrente bancario intestato a: Associazione "Giuristi per la Vita" - Piazza Santa Balbina, 8 - 00153 Roma - Cod. Fisc. 97735320588

Grazie per quanto potrai fare

Associazione "Giuristi per la Vita"





P.S. Preghiamo tutti coloro che hanno contribuito alle nostre iniziative con bonifico bancario di segnalarcelo tramite il modulo contatti, cliccando qui. Questo ci consentirà di ringraziarli personalmente, cosa che altrimenti non sarebbe possibile. In alternativa, invitiamo a inserire il proprio indirizzo di posta elettronica nella causale del bonifico.


Testo cambiato, ecco perché è pericoloso

di Gianfranco Amato

o scorso lunedì 22 luglio il percorso di approvazione del disegno di legge in materia di contrasto dell’omofobia e della transfobia ha avuto un improvviso cambiamento di rotta. A seguito di un emendamento dei relatori, infatti, l’impianto normativo si è ridotto ad un solo articolo con cui viene modificato l’art.3 della Legge 13 ottobre 1975 n.654 e l’art.1 del decreto legge 26 aprile 1993, n. 122, convertito con modificazioni della legge 25 giugno 1993, n. 205. La modifica consiste essenzialmente nell’aggiungere l’«omofobia» e la «transfobia» alle altre categorie già protette da forme di discriminazione e violenza quali la razza, l’origine etnica, la nazionalità e la religione.

Secondo la nuova formulazione del disegno di legge l’articolo 3, della legge 13 ottobre 1975, n. 654, dovrebbe leggersi nel seguente modo:

«Salvo che il fatto costituisca più grave reato, anche ai fini dell'attuazione della disposizione dell'articolo 4 della convenzione, è punito
a) con la reclusione fino ad un anno e sei mesi o con la multa fino a 6.000 euro chi propaganda idee fondate sulla superiorità o sull'odio razziale o etnico, ovvero istiga a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi;
b) con la reclusione da sei mesi a quattro anni chi, in qualsiasi modo, istiga a commettere o commette violenza o atti di provocazione alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi, o fondati sull’omofobia o transfobia.
È vietata ogni organizzazione, associazione, movimento o gruppo avente tra i propri scopi l'incitamento alla discriminazione o alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi, o fondati sull’omofobia o transfobia».

L’art.1 del decreto legge 26 aprile 1993, n. 122, convertito con modificazioni della legge 25 giugno 1993, n. 205, invece, dovrebbe leggersi così:

«Salvo che il fatto costituisca più grave reato, anche ai fini dell’attuazione della disposizione dell’articolo 4 della convenzione, è punito:
a) con la reclusione sino a tre anni chi diffonde in qualsiasi modo idee fondate sulla superiorità o sull’odio razziale o etnico, ovvero incita a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi, o fondati sull’omofobia o transfobia,
b) con la reclusione da sei mesi a quattro anni chi, in qualsiasi modo incita a commettere o commette violenza o atti di provocazione alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi, ovvero fondati sull’omofobia o transfobia».

Leggi tutto...

Informazioni aggiuntive