CLICCARE SULL'IMMAGINE PER COLLEGARSI IN STREAMING

 

 PER RIVEDERE LE TRASMISSIONI CLICCARE QUI

 

COMUNICATO STAMPA DEI GPV SULLE PROPOSTE DELL'OUA A FAVORE DELLE ADOZIONI DEI MINORI DA PARTE DELLE FAMIGLIE OMOGENITORIALI

 

COMUNICATO STAMPA

L’OUA in Commissione Giustizia  sostiene modifiche su affidamento e adozione minori
(in favore delle coppie omosessuali) 
 

L’Organismo Unitario dell’Avvocatura è “per legge la diretta emanazione del Congresso Nazionale Forense, l’espressione del voto e della partecipazione di ogni singolo avvocato di ogni Foro italiano, nella quale confluiscono le istituzioni e associazioni forensi, al fine di esprimere le posizioni dell’avvocatura sui temi più importanti della giustizia e della professione, nel rispetto dell’autonomia di ciascuna componente. È l’unico soggetto politico che rappresenta l’avvocatura nella sua interezza, ponendosi come interlocutore delle istituzioni” (http://www.oua.it/chi-siamo/) In data 14 giugno 2016 l’OUA ha emanato un comunicato stampa nel quale informava, in sintesi, che una delegazione dello stesso aveva depositato in commissione giustizia un documento di osservazioni nel quale proponeva delle modifiche alla vigente legge sulle adozioni, sì da legittimarle anche in favore delle famiglie c.d. omogenitoriali (qui il testo http://www.oua.it/comunicato-stampa-adozioni-lorganismo-unitario-dellavvocatura-in-audizione-ieri-in-commissione-giustizia-della-camera-servono-risposte-legislative-immediate-per-garantire-i-minori/ ). Sorprendono alquanto le affermazioni che sorreggono la tesi espressa dall’OUA il quale, prescindendo da previ studi di rigore scientifico anzi, ponendo tale carenza quale presupposto argomentativo dei propri assunti (in sostanza: se non ci sono studi che provano un danno ai bambini che male c’è ?) ne trae l’incredibile corollario per cui, in una sorta di bilanciamento d’interessi, con tali adozioni si realizzerebbe un vantaggio per ambo le parti senza reciproco pregiudizio. Risulta invero che studi e rilievi scientifici attestino proprio il contrario affermando l’essenzialità della differenza sessuale in capo ai genitori (recentemente, Di Mauro presidente società italiana pediatria preventiva e sociale, Zocconali presidente nazionale sociologi. Studi di Mark Regnerus. Articolo di Loren Marks su “Social Science Research” in cui passa in rassegna gli studi citati dall’APA in un dossier del 2005 dedicato alla genitorialità gay e lesbica. Evitiamo per ragioni di evidente spazio di citare la copiosissima letteratura scientifica straniera). I Giuristi per la Vita ritengono pertanto che il “vantaggio” di tali ipotizzate forme adottive è univoco e diretto solamente a soddisfare i desiderata degli adulti, il tutto a detrimento del primario interesse dei bambini a crescere con un papà ed una mamma ed a svantaggio altresì, delle molteplici coppie da tempo in lista d’attesa per le adozioni. I soci avvocati dell’associazione Giuristi per la Vita, si dissociano fermamente dall’OUA e dalle affermazioni di cui al citato comunicato stampa.

Il Presidente – Avv. Gianfranco Amato

Il Segretario – Avv. Filippo Martini

 

Cliccare qui per scaricare il testo del comunicato

 

 

Informazioni aggiuntive

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.